L’ultima notte

Questa è stata l’ultima notte che abbiamo passato in ospedale, l’ultima notte insieme, anche se lei non se ne accorgeva… e così con la memoria non ho potuto fare a meno di andare a cercare l’ultimo bacio, l’ultimo film che abbiamo guardato, le ultime parole che ci siamo detti, l’ultimo piatto che le ho cucinato, l’ultima pioggia che abbiamo visto cadere, l’ultima MotoGP che abbiamo guardato…

Poi abbiamo dovuto iniziare con le prime volte… senza di lei…

G.

Una risposta a “L’ultima notte”

  1. Questa mattina sei stata il mio primo pensiero. Ho pensato che da un anno sei stata strappata alle nostre vite ma sei così terribilmente presente. La tua voce argentina,il tuo meraviglioso sorriso e la tua travolgente energia continuano a farci compagnia. Ho pensato che magicamente la tua assenza è piena di calore,di musica e di profumo. Ci sei, Elena,e sarai sempre con noi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *