L’anima delle cose

Ho passato l’inverno cercando una mia t-shirt che ero sicuro esserci ma che non riuscivo più a trovare. Ne ho a decine, quindi una più o una meno non sarebbe stato un problema, ma questa, a parte piacermi molto era davvero particolare: è stato uno tra i regali che Elena mi ha fatto per il mio compleanno, l’ultimo che abbiamo festeggiato insieme… non potevo perderla… per fortuna l’ho ritrovata.

Per me e per Elena spesso gli oggetti non erano semplici cose, ma un mezzo per ritrovare ricordi particolari, momenti belli, dolci che nel mare di tutti quelli che abbiamo vissuto insieme un po’ andavano in secondo piano. Però bastava trovarsi tra le mani un oggetto perchè tornasse tutto alla mente.

La prima pila che era nel basso quando Elena me lo regalò, delle rose secche di un S. Valentino in cui lei era malata, i sassi di Camogli, le conchiglie di Cadaqués, il metro elettronico che le regalai quando comprammo casa, biglietti dei mezzi pubblici dei nostri viaggi… ma ovviamente anche ricordi delle superiori, degli anni in cui non ci conoscevamo, ricordi da condividere e raccontarci…

La lista potrebbe essere lunghissima… ma purtroppo finita…

G.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *