Changes

Potrebbe essere il titolo per sintetizzare questi ultimi 12 mesi, ma è anche il titolo di una canzone di David Bowie, anche questa tra quelle che Elena aveva imparato a suonare durante le sue lezioni di chitarra.

Avrei anche potuto intitolare questo blocco “Il suo David”, visto che Bowie era un altro degli artisti che Elena aveva nel cuore. Venne a Milano nel 2003 ma non eravamo riusciti a trovare i biglietti. Elena era davvero dispiaciuta e così le proposi di andare lo stesso, tanto qualcuno che vendesse i biglietti fuori dal palazzetto sicuramente l’avremmo trovato. Spendemmo una follia, per allora e considerando che eravamo appena sposati con i conti quasi in rosso, ma Elena era troppo felice… Fu un bellissimo concerto e poi Bowie non venne più in Italia, quindi abbiamo sempre considerato quella follia un buon investimento!

Fu veramente colpita e dispiaciuta dalla sua morte. Andammo a Bologna per vedere una mostra a lui dedicata ed era emozionatissima davanti ai quaderni con la sua scrittura, ai suoi strumenti, ai suoi costumi. Poi lei ci tornò ancora da sola, una volta che era in zona per lavoro…

Era davvero una grande passione…

G.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *