Lamamy

Ho sempre pensato di non essere molto brava a scrivere. Fin dai tempi della scuola, quando bisognava fare un tema, era la mamy alla quale chiedevo di darmi una mano, di dare un’occhiata a quanto avevo scritto, il suo giudizio era importante per me, lei era così brava a fare i temi!
E così… con la mamy (Elena, così ti chiamavamo a scuola) ci siamo conosciute, alle superiori.
Questa volta devo scrivere io, senza la tua supervisione, anziché tu per me.

Ci siamo ritrovate dopo 30 anni, sembrava non fosse passato neanche un giorno. Tu eri sempre uguale, così bella, solare, viva, una persona piena di vita, che trasmette tanto amore e vita anche agli altri. Ci siamo ritrovate noi 4, le quattro amiche che hanno condiviso tante cose a scuola, nell’adolescenza, che poi si sono perse e poi abbiamo avuto 5 anni per raccontarci, rivederci… passare insieme qualche ora per un aperitivo o una cena.

Ricordo che mangiavi le patatine e dicevi..non dovrei…ma sono buone chi se ne frega….con quel piacere…piacere di godere di una patatina.

Tu sei sempre stata la mamma di tutti, ci invitavi a casa tua, ci offrivi da mangiare, sei sempre stata così generosa con tutti noi. Studiavamo insieme….ricordo quando ci trovavamo…dopo una notte passata a giocare a poker a casa della Ge, ci trovavamo da te, alla mattina presto, con una bella caffettiera calda e fumante a studiare per la maturità. Non dimenticherò mai questi momenti.

Cara mamy ci hai lasciato troppo presto. Però so che tu sei un’anima bella, sei un’anima pura, sei un’anima generosa, e quindi la tua anima vivrà sempre nei nostri cuori ma anche intorno a noi, sopra di noi , sotto di noi e quindi questo ci consola tutti quanti.

Ciao mamy!
LaLo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *